Traslocare in città con i bambini: arredamento e consigli pratici

Ciao a tutti! Oggi introduco il primo di una serie di post che ospito qui sul blog, scritti da terzi e con un argomento comune: la casa. Si tratterà di interni, esterni e risparmio energetico… Iniziamo con l’amato-odiato trasloco. Che assume un livello di difficoltà 10 quando si hanno dei bambini!

Cambiare casa può essere un momento di stress. Scatoloni e mobili da portare in un’altra città, decisioni da prendere. Questo processo è difficoltoso, soprattutto per i più piccoli, che si trovano a dover lasciare un posto famigliare per una città sconosciuta, spesso grande e diversa da quella in cui si vive. La destinazione ha un grande impatto per loro. I traslochi in grandi città come Roma, ad esempio, possono essere una sfida soprattutto se non si è abituati al traffico o allo stile di vita di una grande metropoli. Lo stesso vale per Milano o Firenze. Come affrontare, quindi, un trasloco in città senza creare disagi ai nostri bambini? Ecco alcuni consigli per facilitare il processo e traslocare con facilità.

Per prima cosa, cerca di coinvolgere i più piccoli nei preparativi. Chiedi loro di aiutarti a chiudere gli scatoloni o ad organizzare i loro giochi. Sarà un modo divertente per passare del tempo insieme e familiarizzare con l’idea del trasloco. Non dimenticare, inoltre, di visitare la nuova città nei mesi precedenti al trasloco sottolineando i vantaggi che i piccoli potranno avere: un parco vicino casa, nuovi amici a scuola, una stanza più grande.

Il giorno del trasloco, chiedi ad amici o parenti di occuparsi dei bambini. Sarà una giornata stressante, piena di cose da fare, scatole da svuotare e mobili da montare, e avrai poco tempo da dedicare ai piccoli.

Assicurati, inoltre, che nella nuova casa la loro stanza sia pronta al loro arrivo. Per quanto riguarda l’arredamento, cerca di mantenere, almeno i primi giorni, una disposizione dei mobili simile alla vecchia abitazione. Si sentiranno, in questo modo, subito a casa. Con il passare dei giorni, puoi iniziare a spostare i mobili, chiedendo anche il loro parere, soprattutto per la cameretta.

Un ultimo elemento fondamentale riguarda la routine famigliare: è importante non cambiare nulla nella vostra giornata, dalla colazione, alla cena. Mantenere una costante aiuta ad affrontare al meglio il cambiamento. Questo è vero non solo per i più piccoli, ma anche per noi adulti.

Tutte queste piccole attenzione ti aiuteranno a realizzare traslochi in grandi città in modo semplice e senza creare disagi ai tuoi bambini. In questo modo, la tua famiglia potrà concentrarsi sui lati positivi di un trasloco e vivere serenamente una nuova avventura insieme in una nuova città.

 

Questa voce è stata pubblicata in collaborazioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *