Quando il blog è una “Defilippata”

Lo so, avevo detto che il precedente sarebbe stato l’ultimo post prima delle ferie anche perchè noto che molte di voi (bastardelle) sono già al mare e non so quanta voglia avrete di leggervi un blog.

Ma questo è uno di quei post a metà tra la riflessione e la polemica che devo scrivere quando escono, sennò passa il momento.

Ebbene, premesso che ovviamente nel suo blog ognuna ha il diritto di scrivere quello che vuole e nello stile che desidera, ho notato una controtendenza inquietante: negli ultimi tempi si è parlato tanto di blog markettari e poco genuini e in effetti ci sono casi in cui le collaborazioni prendono decisamente il sopravvento (non posso dimenticare la recensione vista recentemente di un prodotto che si capiva benissimo che la mamma in questione non aveva MAI utilizzato). Tuttavia vorrei spezzare una lancia a favore delle blogger perchè i più attenti a criticare sono quasi sempre quelli che non hanno nè blog nè canale yt e a volte nemmeno un profilo aperto. Insomma è facile puntare il dito quando si sta dall’altro lato della barricata senza esporsi minimamente. Mi piacerebbe che queste persone si mettessero in gioco e poi vedremo se la loro assoluta purezza o pseudo tale rimarrebbe integerrima…

In contrapposizione a questi regni del marketing ho notato però che sta prendendo piede un fenomeno altrettanto inquietante: la spettacolarizzazione dei sentimenti. Vedo spuntare come funghi blog in stile Maria de Filippi, nei quali vengono messi in piazza i vissuti più intimi, con una notevole tendenza alla drammatizzazione.

Le esperienze più semplici vengono trascritte con un pathos che ai miei occhi ha il preciso intento di strappare una lacrimuccia. Tutto sembra vissuto a mille e permeato di grosso grossissimo significato, anche l’unghia rotta dopo la ricostruzione.

Come dicevo il blog è strettamente personale quindi questo vuole essere appunto il mio personalissimo punto di vista; ad ogni modo io certe sfere e certe riflessioni non trovo opportuno metterle nero su bianco alla mercè di migliaia di persone, perchè anche se scrivendo hai l’impressione di essere solo tu e il tuo pc, la realtà è che chiunque potrà leggere i cavolacci tuoi più intimi. Per me questa è sempre stata la sfida: raccontare di me lasciando comunque intatta una certa privacy. Anche perchè non dimentichiamo che i nostri figli un giorno potrebbero leggere quello che scriviamo e non trovo giusto che certe informazioni arrivino a loro. Mi piacerebbe potervi fare degli esempi ma ovviamente per discrezione evito. Tuttavia c’è un motivo se non guardo certi programmi in tv e allo stesso modo non mi piacciono i blog di questo tipo.

Ecco l’ho detto!

tumblr_n8th5dQVMl1s7ub96o1_400

4 commenti

I preferiti del periodo mamma/bimbo

Ed eccoci arrivati a quello che probabilmente sarà l’ultimo post fino a settembre (sto stalkerando il marito affinchè scriva una puntata della sua rubrica, abbiate fede). I preferiti di luglio:

Per il baby:

Il ninja è maschio. Anni e anni di amore per la Barbie, i set di preparazione dolcetti ed Hello Kitty buttati al vento. Al ninja piacciono le cose da maschi (-sbadiglio-) e infatti la sua ultima fissa sono le macchinine. Mi fa tanta tenerezza perchè si perde da solo coi suoi mini bolidi e li fa andare sulle varie superfici della casa, non ultimo su se stesso e su di me. Un altro gioco che lo entusiasma parecchio è mandare le macchinine o i camion giù per le superfici pendenti tipo lo scivolo. Non mi sorprenderei se le sue prime parole dopo ‘mamma’ e ‘sì’ fossero ‘fastandfurious’.

51990_3

(queste sono le sue preferite, ovvero le Beep Beep, insieme alla loro parcheggio)

La ventola a soffitto

Siccome non staremo a lungo in questo appartamento abbiamo deciso di mettere il condizionatore solo in sala anche se l’aria arriva agevolmente anche in camera da letto. Siccome però il fresco non arriva alla camera del ninja, abbiamo deciso di mettere una ventola a soffitto. Il nostro modello non è bello, è bianco e davvero banalotto e triste. Devo dire però che ci troviamo molto bene: è un ottimo compromesso per tenere una buona temperatura senza però avere l’aria condizionata che trovo un po’ rischiosa in camera di un bambino (specialmente per i neonati). Penso quindi che anche quando finalmente Matteo avrà una cameretta tutta sua (e non in condivisione col nostro armadio e la scarpiera) valuteremo se optare comunque per questa soluzione. Ci sono modelli di design molto belli e piuttosto costosi o altri divertenti per la camera dei piccoli e con costi abbordabili

33179hq1

Ventola ‘Palao’ by Faro

71exDduhDpL._SL1500_

Ventola Lorefar 33381 Ertefan

401535516-IMS-it_IT

Philips Avigo

218vk9JOp8L

Faro Wind

Le merendine vegan

Io non sono vegetariana nè tantomeno vegana, però mesi fa mi aggiravo per il supermercato alla ricerca di merendine che non rientrassero nella dicitura ‘schifezze’. Sono stata così attirata dal reparto vegan dell’ipercoop dove ho trovato loro: i brjosi, piccole palline schiacciate ripiene di marmellata ai frutti rossi. Non contengono nè latte né uova e sono addolcite da zucchero di canna da commercio equo e solidale. Matteo ne va pazzo, devo proprio nascondergliele. Troverete qualcosa di molto simile anche da Naturasì nella versione che lui ama al mirtillo. Della stessa linea ci sono le crostatine e quelle non gli dispiacciono (anche se contro questi perdono a man bassa).

germinal-bio-brjosi-biscotti-ripieni-ai-frutti-rossi-e-ciliegia-200g

Per la mamy:

Il lip gloss Reflecta di Nouba

Se mi seguite su Snapchat, saprete che ho iniziato una collaborazione con Nouba, un’azienda di make up Made in Italy con prodotti molto validi e che ora ha aperto lo shop on line anche in Italia. Come tutte le mie collaborazioni, non ho nessun vincolo e il tutto si svolge sempre con trasparenza. Ho scelto di inserire il lip gloss della linea Reflecta perchè è davvero un ottimo prodotto: amo il colore perchè è brillante e intenso, amo la stesura perchè non appiccica eccessivamente e sopratutto amo la durata: anche mangiando si attenua un po’ ma non va via. Lo trovo perfetto quando volete essere certe che il lipgloss rimanga lì dov’è senza sbavare o scomparire dopo mezz’ora! Quello che mi è stato manato è di un punto di rosso spettacolare ed è lo 09. Sul sito ho visto tanti altri colori interessanti e dopo l’estate ne acquisterò sicuramente uno in una tonalità nude tipo la 03.

16109_L

Il deodorante Just Stella Alpina

Me l’ha regalato Lisa e in effetti ero proprio alla ricerca di un nuovo deodorante perché il mio non mi soddisfa più. Me ne sono proprio innamorata! E’ la prima volta che mi trovo così bene con uno stick a livello di durata e il profumo è fresco e persistente. Super consigliato, peccato solo la palla di non poterlo acquistare direttamente ma solo tramite rappresentante Just.

t2ec16vzcfieh-07ybsvzl55dq60_35

Il blog vi augura buone vacanze, la Teaspoons invece dice che ci sentiremo comunque su Ig e Snapchat sia mai che vi perdiate qualche perla.

 

Tag:    , , ,     --->   Lascia un commento