Quando la creatività è mamma

Oggi vi presento la seconda donna della serie di 4 post sulle ‘mamme creative’.

MIRELA

Lei è Mirela, vive in provincia di Padova e ama la sua famiglia. Un marito col quale è sposata da 5 anni e un bimbo di 23 mesi che si chiama Mattia – un nome al quale sono particolarmente affezionata.

Come tantissimi altri italiani, questa donna ha recentemente perso il lavoro e sta cercando di far sì che il suo meraviglioso hobby creativo diventi qualcosa di più di una passione di vecchia data… Un nuovo impiego forse, una fonte di guadagno in un periodo storico nel quale l’unica scelta che si ha è quella di cercare di sfruttare il cambiamento per tirare fuori tutte le nostre doti. 

photo-3 photo-1 copia photo

Con una mamma sarta, Mirela ha avuto un’eccellente maestra e tutte le ore passate sotto la macchina da cucire a giocare ‘alla casetta’ sono diventate un prezioso ricordo che segna l’inizio dello sviluppo del suo talento. Sapere maneggiare ago e filo ha significato per lei poter creare da sola tutto ciò di cui aveva bisogno e lentamente le sue doti si sono sviluppate, accompagnate da una fervida immaginazione che le permette  di vedere che cosa potrà venire fuori dalla materia grezza… L’hobby di Mirela ha un nome, si chiama Pezzo Unico e trovo che tante delle sue creazioni siano stupende come bomboniere per un matrimonio o un battesimo… Anche se oltre a quelle c’è molto di più.

photo-7 photo-2 copia photo-1

“La mia mente si apre quando vedo un tessuto, un pezzo di legno, un bottone in più. Mi piace riutilizzare/riciclare anche quello che ho disponibile in casa; parto principalmente da un’esigenza e poi la mente vola… e quando prende il volo devo scrivermi tutto sul primo pezzo di carta che trovo perchè è difficile starle dietro!”

photo-4

Photos by Luca Stivali (Instagram user: magicsurfer), do not use or copy without permission

https://www.facebook.com/PezzoUnico

http://www.pezzo-unico.it

A presto con la prossima mamma creativa 😉

Il pranzo della domenica

Buongiorno a tutti e buon lunedì. Qui piove ma non fa particolarmente freddo e devo dire che avevo voglia di brutto tempo stranamente… ho voglia di sentirmi ‘avvolta’ dal cielo plumbeo e di ascoltare il rumore della pioggia, in fondo autunno è anche questo.

Ieri abbiamo celebrato la domenica con un pranzo tranquillo dai miei suoceri, una versione molto bolognese di pranzo (e come tale abbastanza calorica 😛 ). Come stile devo dire che casa loro è piuttosto lontana dai miei gusti, un po’ troppo marrone e moderna mentre io amo che l’arredamento racconti molto dei padroni di casa. Eccezione fatta invece per la cucina che è piccolina e accogliente con un tocco di vecchio.

IMG_6633

Passatelli (con le palline di pasta come piace a mio marito)

IMG_6630

Ragù alla bolognese in preparazione (così ho riempito il freezer di vaschette)

IMG_6632

Bollito

IMG_6641 IMG_6642

I miei suoceri collezionano macinini da caffè, non sono belli?

IMG_6647

IMG_6645 IMG_6644

Piatti, posate e bicchieri Maison du Monde

IMG_6643

 Photos by Teaspoons of Me, do not copy without permission.

E poi la verdura gratinata, uno dei miei piatti preferiti!

E voi? Come avete passato questa domenica di ottobre?